Agevolazioni — imprese %fondo per l'intrattenimento digitale

Agevolazioni: Fondi per l’intrattenimento digitale

Agevolazioni: Fondi per l’intrattenimento digitale

Agevolazioni: Fondi per l’intrattenimento digitale 2896 1944 Sara Ciarbonetti

Nuova agevolazione per le imprese: arriva il “Fondo per l’intrattenimento digitale”. Vediamo meglio in quali termini.

Si precisa altresì che le informazioni non hanno carattere esaustivo. Per una conoscenza approfondita e completa delle condizioni e dei requisiti di ammissibilità, consultare i Decreti nella loro versione integrale.

Art. 5 – Agevolazioni: I Soggetti beneficiari del Fondo per l’intrattenimento digitale 

“Possono beneficiare delle agevolazioni di cui al presente decreto le imprese che, alla data di presentazione della domanda di agevolazione:

  • svolgono, in via prevalente, l’attività economica di “Edizione di software” o “Produzione di software, consulenza informatica e attività connesse”;
  • hanno sede legale nello Spazio Economico Europeo;
  • sono soggette a tassazione in Italia per effetto della loro residenza fiscale, ovvero per la presenza di una sede operativa in Italia, cui sia riconducibile il prototipo di cui all’articolo 6;
  • hanno un capitale sociale minimo interamente versato e un patrimonio netto non inferiori a diecimila euro, sia nel caso di imprese costituite sotto forma di società di capitali, sia nel caso di imprese individuali di produzione che di imprese costituite sotto forma di società di persone;
  • sono regolarmente costituite e iscritte come attive nel Registro delle imprese della Camera di commercio territorialmente competente;
  • sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non sono in liquidazione volontaria e non sono sottoposte a procedure concorsuali con finalità liquidatorie;
  •  garantiscono, nel caso in cui si operi anche in settori diversi o si esercitino anche altre attività escluse dal campo di applicazione del regolamento de minimis, che la predette attività esercitate nei settori esclusi non beneficiano di aiuti concessi a norma del regolamento de minimis”.

Cause di esclusione delle Agevolazioni 

“Sono, in ogni caso, escluse dalle agevolazioni di cui al presente decreto le imprese che, alla data di presentazione della domanda di agevolazione:

a) non abbiano restituito somme dovute a seguito di provvedimenti di revoca di agevolazioni concesse dal Ministero;

b) siano destinatarie di una sanzione interdittiva, o i cui legali rappresentanti o amministratori siano stati condannati  per i reati che costituiscono motivo di esclusione di un operatore economico dalla partecipazione a una procedura di appalto o concessione (…);

Art. 6.  Progetti ammissibili

“I progetti ammissibili alle agevolazioni prevedono, attraverso lo sviluppo delle fasi di concezione e pre-produzione del videogioco, la realizzazione di un prototipo destinato alla distribuzione commerciale.

Ai fini dell’ammissibilità alle agevolazioni, i progetti  devono:

  •  essere realizzati dai soggetti di cui all’articolo 5, presso la propria sede operativa ubicata in Italia, come indicata nella domanda di agevolazione;
  •  prevedere, ciascuno, la realizzazione di un singolo prototipo;
  • prevedere spese e costi ammissibili complessivamente non inferiori a euro 20.000,00 (ventimila);
  •  essere avviati successivamente alla data di presentazione della domanda di agevolazione di cui all’articolo 9, comma 2. Per data di avvio si intende la data del primo titolo di spesa/costo ammissibile alle agevolazioni.
  • essere ultimati entro 18 (diciotto) mesi dalla data del provvedimento di concessione delle agevolazioni di cui all’articolo 10, comma 2. Per data di ultimazione si intende la data dell’ultimo titolo di spesa /costo ammissibile alle agevolazioni”.

Art. 7. Spese e costi ammissibili 

“Sono ammissibili alle agevolazioni:

  • prestazioni lavorative svolte dal personale dell’impresa. Rientra in tale categoria, nella misura in cui è impiegato nelle attività di realizzazione del prototipo, il personale dipendente dell’impresa beneficiaria e il personale in rapporto di collaborazione con contratto a progetto o di somministrazione di lavoro;
  • prestazioni professionali commissionate a liberi professionisti o ad altre imprese. Rientrano in tale categoria i servizi di consulenza acquisiti per la realizzazione del prototipo da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente e alle normali condizioni di mercato;
  •  attrezzature tecniche (hardware). Rientrano in tale categoria le attrezzature tecniche di nuova fabbricazione acquistate per la realizzazione del prototipo, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzate per la realizzazione del progetto (…);
  •  licenze di software. Rientrano in tale categoria le licenze software acquistate per la  realizzazione del progetto, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzate per la realizzazione del prototipo”.

Chi siamo

Actomedia crede in un nuovo modo di fare comunicazione.

Actomedia è una Meta-Media Agency, ovvero un’agenzia di comunicazione in grado di produrre contenuti e soluzioni integrate tra loro, utilizzando tecnologie e strumenti differenti.

Dal 2013 offriamo le migliori soluzioni nel campo della consulenza, del marketing, del design e dello sviluppo delle tecnologie digitali grazie al costante aggiornamento delle competenze di tutti i membri del nostro team.

Servizi

Contatti

Actomedia srls
Via Chieti, 5
65121 Pescara (PE)

09:00 – 13:00
15.00 – 18:00

+39.‭‭373.5165912‬‬
+39.380.4358420

mail@actomedia.com

Chi siamo

Actomedia crede in un nuovo modo di fare comunicazione.

Actomedia è una Meta-Media Agency, ovvero un’agenzia di comunicazione in grado di produrre contenuti e soluzioni integrate tra loro, utilizzando tecnologie e strumenti differenti.

Dal 2013 offriamo le migliori soluzioni nel campo della consulenza, del marketing, del design e dello sviluppo delle tecnologie digitali grazie al costante aggiornamento delle competenze di tutti i membri del nostro team.

Servizi

Contatti

09:00 – 18:00
Via Chieti 5 ,
Pescara (PE) 65121
085 9049470
mail@actomedia.com